DRAGONBALL

 

Regno delle Anime

Premessa

La storia di "Dragon Ball" non è altro che una delle tante trasposizioni a cartoni animati del "Saiyuki". "Saiyuki" è un antichissima e popolare leggenda cinese scritta da Wu Cheng’en  che letteralmente significa "Viaggio in Occidente". Essa narra delle vicende del bonzo Tripitaka  che, in compagnia dello scimmiotto Sun-wu-Kung (Son Goku, Sun l'acrobatico), di una divinità decaduta con la testa di maiale (il porcello delle otto astinenze) e di un alchimista trasformato in un mostro di palude (Sabbioso), parte verso l'India alla ricerca dell'edizione completa dei Sutra. Se andrete a confrontare questi personaggi con quelli di "Dragon Ball" noterete che in realtà i punti di contatto sono tanti.

 

La storia

Regno delle AnimeL'avventura di "Dragon Ball" comincia quando un anziano, di nome Son Gohan, trova uno strano bambino con la coda di una scimmia in un cratere e decide di tenerlo con se come un nipote. Alla morte del vecchio, ucciso per mano di un gigantesco scimmione, l'unico ricordo del nonno che resta al piccolo Son Goku (questo il nome datogli dal nonno), è una misteriosa sfera arancione con quattro stelle rosse (la "suxinchu"). Son Goku vive solo nella piccola casa del nonno, situata in una grande foresta sperduta tra i monti. Un bel giorno giunge da quelle parti, proveniente da una lontana città e guidata da un misterioso radar, una giovane ragazza di nome Bulma in cerca delle "sfere del Drago". La leggenda narra che, una volta raccolte tutte le 7 sfere, si possa esaudire qualunque desiderio (nella specie, quello che Bulma vorrebbe vedere esaudito era quello di trovare un ragazzo!). L'incontro tra Bulma e Goku non è dei più felici per la ragazza, che viene aggredita dal nostro giovane amico che le riduce in pezzi l'auto! Il rapporto tra i due si presenta subito difficile in quanto Goku non ha mai visto una ragazza (l'unica cosa che sa di loro è che vanno trattate con gentilezza) e non ha idea delle distinzioni anatomiche tra i sessi... Questo comportamento "infantile" è la base di una serie di situazioni divertentissime e scollacciate puntualmente censurate nell'ultimo passaggio Tv di Mediaset. Bulma si rende conto che la forza sorprendente del bambino (che è in possesso anche della sfera n°4) le può essere utile (classico comportamento "arrivista" delle ragazzine nipponiche) e decide di convincerlo a seguirlo nella ricerca delle altre sfere (per poi sbarazzarsene non appena trovate). Il primo incontro importante dei due è con una strana tartaruga dispersa in una zona arida. L'animale spiega che ha smarrito la strada per arrivare al mare... Al contrario di Bulma, che la lascerebbe volentieri lì dove è, Goku decide di aiutare la povera testuggine ad arrivare al mare; Bulma decide di seguirlo solo perché Goku possiede la sfera che gli serve! Come i più bravi di voi avranno capito, si tratta dell'ennesima trasposizione della famosa leggenda nipponica di "Taro Urashima". Naturalmente, come nella leggenda, la Tartaruga si offre, per gratitudine, di ricompensare Goku (e non Bulma che la voleva lasciare morire). Ma il regalo è piuttosto strano... Infatti , dopo essersi allontanata in mare, ne ritorna con un vecchietto sul carapace. Costui è il personaggio più riuscito dell'intera serie: il maestro Muten, l'eremita della tartaruga. Per ringraziare il bambino il vecchio chiama a se la nuvoletta Kinto, sulla quale solo i puri di cuore possono salire, e gliela regala. Naturalmente Bulma e Muten provano a salirci prima di Goku ma con l'unico risultato di cadere al suolo. Questo evidenzia che sia Muten e Bulma, al contrario di Goku, non hanno un animo "pulito". Così ora Goku può anche volare! Bulma si accorge però che il vecchio porta una delle sfere del drago come pendente e lo chiede come ricompensa... Muten però sa del comportamento della giovinetta e decide di dargli la sfera solo in cambio di una sbirciatina alle sue mutandine!!! Quello che non sa neanche Bulma è che lei in quel momento non le ha indosso perché Goku, che era solito dormire tra le gambe del nonno, la notte prima l'aveva fatto anche con lei e, accorgendosi della mancanza di "qualcosa" nella zona inguinale, le aveva tolto la biancheria restando sorpreso che la ragazza fosse "difettosa". La "pudica" Bulma (ignara di tutto) accetta di far vedere le mutandine al vecchio in cambio della sfera e quando tira su il piagiama al povero Muten quasi non gli viene un infarto! (episodio epurato nell'ultimo passaggio Tv). Così le sfere recuperate salgono a quattro. Lungo il cammino si imbattono in un villaggio che viene terrorizzato da un terribile mostro trasformista che rapisce le bambine del villaggio. Poichè un anziana del villaggio possiede una delle sfere, i nostri amici decidono di aiutarli a respingere l'attacco del mostro, in cambio della sfera (naturalmente si tratta di un'idea di Bulma). Così Goku si traveste da bambina con l'intento di farsi rapire. Però il mostro si presenta come un giovane attraente che fa impazzire Bulma, ma il piano fallisce anche perché la "bambina Goku" viene sorpresa a fare un "bisognino" in piedi! Si scoprirà poi che l'aspetto originale di Olong (il mostro) non è altro che quello di un maialino e che quando si trasforma (per soli 5 minuti ogni volta) non muta la sua forza, che è in realtà poca cosa. Quest'ultimo si aggregerà alla comitiva perché può far comodo. I tre affrontano molte disavventure fino a quando in mezzo al deserto incontrano un lottatore fortissimo, ma con un problemino: quando vede una ragazza arrossisce all'inverosimile e si blocca completamente (IMBECILLE!!).Regno delle Anime Yamcha è il suo nome e viaggia sempre a bordo di una macchina con il suo amico Pual, anch'esso con capacità mutanti (come il porco di prima). Yamcha vuole derubare i nostri amici, ma non conosce la forza di Goku! Lo scontro finisce pari solo perché Goku ha troppa fame per lottare. Anche Bulma sembra attratta dal ragazzo. Allora i nostri amici ripartono per il viaggio alla conquista delle sfere e si imbattono nello Stregone del Toro e in sua figlia Chichi. Lo stegone è in possesso di una delle sette sfere, ma in cambio di essa, vuole che i ragazzi gli facciano un favore: andare a prendere dal maestro Muten (maestro dello stregone del Toro), il ventaglio magico così che si riesca ad estinguere il fuoco che circonda il suo castello. Muten si precipita di persona e spegne l'incendio con una mossa che poi Goku imparerà alla svelta, la Kame-Hame-Ha. Aggiudicatasi anche questa sfera si arriva allo scontro con il possessore dell'ultima sfera: Pilaf. Costui è un nanerottolo blu che vuol conquistare il mondo con l'aiuto del Drago, ma non ha fatto i conti con il salvatore della patria! Olong infatti anticipa tutti e chiede...un paio di mutandine da donna!!! Il desiderio viene esaudito, il drago scompare e le sfere si disperdono (secondo la legenda sarebbero ricomparse solo un anno dopo l'espressione del desiderio). Così i nostri amici vengono imprigionati, ma durante la notte Goku subisce una incredibile mutazione. Infatti non appena il bambino guarda la Luna piena diventa uno scimmione enorme che, distruggendo tutto, salva i suoi amici dalla prigionia e detronizza il povero Pilaf. Goku rinsavisce solo quando Pual gli taglia la coda. Conclusasi l'avventura, il gruppo si separa: Bulma e Yamcha decidono di fidanzarsi, mentre Goku si reca dal maestro Muten per farsi allenare. Insieme a Crili, anch'esso aspirante allievo, Goku supera la prova d'ammissione: trovare una Regno delle Anime bella ragazza che faccia fare "pat pat" al Genio. Così, iniziano gli estenuanti allenamenti… Dopo un anno si iscrivono al torneo di arti marziali Tenkaichi. Superano entrambi facilmente le eliminatorie e comincia la fase finale. Crilin batte il puzzolente Bacterian, mentre Yamcha viene sconfitto dal misterioso Jackie Chun. Il terzo scontro è tra Lan Fan e Nam, che ne esce vincitore. Dopo di che è il turno di Goku che riesce a vincere il mostruoso Giran. In semifinale Crilin è sconfitto da Jackie Chun, (che si scopre saper usare la Kame-Hame-Ha), mentre Goku batte il forte Nam. Prima della finale si scopre che Jackie Chun è in realtà Muten, travestitosi per battere i suoi allievi, affinché non si montino la testa. Lo scontro finale è estenuante, continua fino a sera e quando Goku sta per avere la peggio diventa scimmione, ma Muten distrugge la Luna così Goku ritorna normale. Alla fine del lungo combattimento Goku e Muten si atterrano contemporaneamente ma l'incontro viene vinto dal vecchio, che riesce a rialzarsi e a dichiarare la propria vittoria. Il vincitore deve però riconoscere l'incredibile abilità dell'allievo. Alla fine del torneo Goku decide di cercare la sfera del nonno. Si imbatte però nell'esercito del Red Ribbon. Goku riesce a sconfiggere molti generali dell'esercito del "fiocco rosso", fino a quando gli "alti" vertici del "Red Ribbon" non gli mandano contro con il terribile killer Taobaibai, che ferisce Goku e uccide il padre di Upa, un nuovo amico di Goku. Quando Goku si riprende si reca nel santuario di Karin, dove viene allenato così da riuscire a sconfiggere Taobaibai. Goku decide allora di attaccare il quartier generale del Red Ribbon, che riesce a distruggere da solo. Ora manca una sola sfera, che non si riesce a trovare neanche con il Dragon Radar. Così si rivolgono alla vecchia Sibilla per conoscere il destino della sfera. Ma, per avere il responso, devono prima affrontare e battere i suoi 5 guerrieri, che comunque Goku riesce a sconfiggere. Il quinto guerriero è Son Gohan, il nonno di Goku, resuscitato per un giorno dalla Sibilla. Così si scopre che l'ultima sfera è in mano a Pilaf (ancora lui), che Goku sconfigge facilmente. Riunite le sfere, Goku esprime il desiderio di resuscitare il padre di Upa. Anche questa avventura finisce e Goku va ad allenarsi in giro per il mondo mentre Crilin e Yamcha si recano da Muten per prepararsi al prossimo Tenkaichi. Dopo tre anni si ritrovano tutti al ventiduesimo torneo Tenkaichi. Lì incontrano l'Eremita della Gru, un vecchio rivale del maestro Muten, con i suoi due allievi: Jiaozi e Tenshinhan (che ha la sorprendente capacità di saper levitare in aria). Le eliminatorie sono superate facilmente, e gli accoppiamenti per la fase eliminatoria sono: Tenshinhan - Yamcha, Jackie Chun - Uomo lupo, Crilin - Jiaozi, Goku - Pamput. Il primo incontro si conclude con la sconfitta di Yamcha, sopraffatto dall'incredibile forza dell'avversario, che gli spezza una gamba; Jackie Chun sconfigge facilmente l'uomo lupo, mentre Crilin deve lottare duramente per battere Jiaozi  (dotato di strani poteri). Intanto si scopre che Taobaibai era il fratello dell'Eremita della Gru, che vuole perciò vendicarsi. L'ultimo scontro vede la facile vittoria di Goku. La prima semifinale è tra Tenshinhan e Jackie Chun, Tenshinhan si mostra fortissimo e dopo pochi colpi il maestro decide di ritirarsi, non per paura ma perché contento di aver visto un giovane guerriero così forte. Lo scontro tra Crilin e Goku è breve, infatti dopo poco tempo Goku, muovendosi a grande velocità intorno all'amico, lo sbatte fuori dal ring. Lo scontro finale inizia con il dominio di Tenshinhan, che colpisce con crudeltà Goku, che resiste. Tenshinhan prepara allora il suo colpo migliore, il kikoohoo (cannone dell'anima). Goku lo schiva saltando molto in alto e contemporaneamente lancia una Kame-Hame-Ha. Entrambi sono in caduta libera fuori dal ring, ma Goku cade per primo perché sbatte contro una macchina, e perde lo scontro. Il torneo è finito e Jiaozi e Tenshinhan diventano amici degli allievi di Muten. Dopo il torneo Crilin viene ucciso da un mostro, che ruba la Sfera del Drago di Goku. Questo mostro è agli ordini del grande mago Piccolo, un essere terribile che era stato sconfitto dal maestro di Muten ed imprigionato in una boccetta grazie alla Mafuba. Goku va alla carica dell'assassino di Crilin, ma viene sconfitto. Quando si riprende incontra Yajirobei, che riesce ad uccidere uno dei mostri del grande mago Piccolo. Goku affronta nuovamente il mostro che aveva ucciso Crilin, e questa volta riesce ad ucciderlo. Goku deve affrontare ora il grande mago Piccolo, che riduce in fin di vita il ragazzo. In seguito vengono uccisi anche Muten e Jiaozi. Il mago riunisce le sfere e chiede al drago di farlo tornare giovane, poi uccide il drago stesso così che nessuno possa più evocarlo. Goku si reca da Karin, che lo manda a bere un'acqua miracolosa, che lo potenzia. Ora Goku può affrontare di nuovo il terribile nemico. Lo scontro è terribile, il grande mago Piccolo riesce a ferire Goku, prendendo in ostaggio Tenshinhan. Quando lo rilascia Goku si scaglia contro l'avversario e con un pugno potentissimo gli trapassa il petto; prima di morire il grande mago Piccolo lancia un uovo contenente suo figlio, che lo vendicherà. Goku ha salvato il mondo. Per resuscitare i suoi amici Goku si reca dal creatore delle sfere: Dio. Giunto al suo santuario (situato sopra il santuario di Karin) lo incontra, ed è sorpreso del suo aspetto! E' uguale al grande mago Piccolo! Così al piccolo viene spiegato che una volta Dio e il mago Piccolo erano una persona sola. Poi si divisero nell'assunzione a Dio perché  questo non poteva avere neanche una minima parte di malvagità. Così la sua parte cattiva creò il grande mago Piccolo. Goku decide di allenarsi lì perRegno delle Anime affrontare il figlio del mago Piccolo. Dopo tre anni si ritrovano tutti al ventitreesimo torneo Tenkaichi. Goku ora è cresciuto anche in altezza. Dopo le eliminatorie inizia la fase finale. Tenshinhan si scontra con Taobaibai (divenuto un cyborg), che si era salvato nello scontro con Goku; ma Tenshinhan riesce comunque a sconfiggerlo. Nel secondo scontro Goku batte una misteriosa ragazza, che si rivela essere Chichi, la figlia dello stregone del Toro, che Goku aveva promesso di sposare, senza sapere cosa volesse dire! Nel terzo scontro Crilin se la deve vedere con Piccolo, il figlio del grande mago Piccolo. Crilin combatte con valore, ma la superiorità dell'avversario è netta e il ragazzo decide saggiamente di ritirarsi. Nel quarto scontro Yamcha viene sconfitto dall'anziano ma abile Divo; Goku capisce però che in realtà è Dio, venuto proprio per sconfiggere Piccolo. Nella prima semifinale si affrontano Goku e Tenshinhan. Nonostante quest'ultimo riesca a quadruplicare il proprio corpo Goku riesce a sconfiggerlo. Lo scontro tra Piccolo e Divo è molto teso, la loro forza è quasi pari, quindi Dio decide di ricorrere alla Mafuba ma Piccolo ha elaborato una contro-mafuba con la quale rinchiude Dio in una boccetta, che poi ingoia. Inizia lo scontro finale, e subito Piccolo attacca Goku con onde energetiche potentissime, mentre Goku deve controllarsi perché se morisse Piccolo morirebbe anche Dio. Goku pensa però di resuscitarlo con le sfere del drago, e gli lancia contro una super Kame-Hame-Ha, ma Piccolo resiste e decide di usare una tecnica che lo rende gigantesco. Goku gli entra però in bocca e recupera la boccetta che contiene Dio. Piccolo ritorna alle dimensioni normali, prepara il suo colpo più devastante, ma Goku riesce a resistere e lo attacca, ferendolo; credendo di avere vinto Goku si distrae e viene colpito da Piccolo, che gli spezza anche le gambe e le braccia. Piccolo attacca Goku, ma incredibilmente Goku gli balza alle spalle, usando la bukujutsu (tecnica di galleggiamento), lo colpisce con la testa e lo manda fuori dal ring, vincendo l'incontro. Goku decide di risparmiare il nemico, contento di avere trovato un avversario così forte.

Le trasmissioni

Questo lungo anime ( ben 153 puntate ) vanta due adattamenti per la Tv. Il primo si deve al circuito "Jtv" (1992) che lo trasmise in due blocchi di episodi. Aveva un doppiaggio abbastanza fedele all'originale ma anche diverse censure. Recentemente (1999) "Italia1" ha ridoppiato la serie riadattandola per un pubblico (secondo loro) di imbecilli...risultato: parecchie sequenze dell'anime risultano incomprensibili!

Di Dragonball sono state anche create numerose versioni erotiche, come Dragonballx  e Dragonballx . Inutile ribadire il successo che queste hanno avuto tra i giovani di tutta la rete.

 

Alivo