RANMA 1/2

 

Regno delle Anime

La tranquilla vita di Soun Tendo si divide tra la palestra di arti marziali e le sue tre figlie. Un giorno riceve la visita di un vecchio amico, Genma Saotome, accompagnato dal figlio Ranma. Motivo della visita adempiere alla promessa fatta a Soun molti anni prima e dare in sposo Ranma ad una delle tre figlie di Soun. Nabiki e Kasumi scelgono subito Akane, loro sorella più giovane, ma quest’ultima non ha nessuna intenzione di fidanzarsi. E così tra i due, che si hanno reciprocamente in antipatia, nasce una sottile guerra fredda.

A questa imbarazzante situazione si aggiunge un fatto bizzarro. Durante un allenamento nel corso di un viaggio in Cina, Genma e Ranma si trovano a passare in un luogo chiamato "le sorgenti maledette": tanti piccoli laghetti ciascuno dei quali recante la maledizione che chi vi fosse caduto si sarebbe trasformato, da quel giorno in poi e al contatto con l’acqua fredda, in un altro essere. La trasformazione inversa sarebbe stata invece possibile bagnandosi con l’acqua calda. Ranma e Genma cadono in due sorgenti differenti trasformandosi l’uno in una ragazza, l’altro in un panda.

Da quel giorno per Ranma la vita non sarà più la stessa. Stabilitosi in casa Tendo, vivrà una serie di divertentissimi equivoci dati dalla strana natura di Ranma: quella di essere cioè metà ragazzo e metà ragazza. Con il proseguire degli eventi si succederanno numerosi personaggi bizzarri e alle volte improbabili, ciascuno dotato di una forte personalità, tutti legati da un rapporto di amore-odio con il povero Ranma e molti dei quali che condividono la sventura di essere caduti nelle sorgenti maledette.

Ranma ½ è una serie dotata di grande freschezza dove ogni momento sorprende per simpatia, ritmo ed azione. I coreografici combattimenti di arti marziali sono una fonte imprevedibile di divertimento data l'assoluta "improbabilità" delle tecniche messe in mostra. I personaggi sembrano usciti fuori da una commedia degli equivoci e, come delle macchiette, ognuno mantiene le proprie caratteristiche per tutta la serie. C'è lo spaccone presuntuoso (Kuno), l'antipatico e persino ignobile (Happosai), la vittima sfortunata (Ryoga), il vigliacco per definizione (Genma), l'uomo nobile e distinto (Tendo), la brava donna di casa (Kasumi), la dolce bambolina (Shampoo). Ma tutti questi personaggi vengono proposti in una chiave ironica e paradossale, come anche il Giappone che fa da sfondo alle vicende dei nostri eroi. Il collegio Furinkan sembra avere come preside un pazzo integralista. Le antichissime e rispettabilissime tradizioni (come quella del tè) vengono qui sbeffeggiate in lungo ed in largo. Casa Tendo sembra in alcune puntate una "gabbia di matti" piuttosto che la dimora di una rispettabile famiglia. I bagni pubblici sono luogo di divertenti situazioni per il povero Ranma. Insomma, di tutto, di più!

Senza essere accusato di essere un depravato maniaco sessuale (mia moglie è convinta di questo), trovo che le ragazze di questa serie siano tutte molto carine. Le loro qualità femminili non vengono esaltate solo dai grandi occhi e dalle chiome fluenti e coloratissime (rossi i capelli di Ranma-chan, blu quelli di Akane, violacei quelli di Shampoo) ma anche dalle forme prorompenti dei loro corpi. Davvero in Giappone le adolescenti sono tutte così ? Hurrà - Viva l'Oriente ! A proposito, proporrei a Ken Falco una votazione sul personaggio femminile dei cartoni animati più carino. Sono convinto che, con un adeguato lotto di concorrenti, si incrementerebbe di molto il traffico sul suo sito. Non lo credete anche voi ?!?

Dopo Urusei Yatsura (Lamù) e Maison Ikkoku (Cara dolce Kyoko), Rumiko Takahashi colpisce ancora con una serie di grande successo cui sono seguiti anche alcuni OAV. Ranma ½ è molto simile nella struttura alle due serie precedenti. Di Lamù riprende la comicità ed il fatto di essere una serie "aperta", senza cioè un finale vero e proprio, mentre di Cara dolce Kyoko riprende in parte la narrazione degli usi e costumi giapponesi. Tuttavia la originalità di ciascun personaggio è tale da dare alla serie una propria personalità. La domanda dei fan di Ranma è sempre la stessa: si sposerà mai con Akane ? Nel manga il matrimonio viene evitato all’ultimo momento, ma l’autrice ha affermato che forse un giorno si farà…

La serie è in realtà composta da più parti. La prima, di 22 episodi, è la serie pilota e si chiama "Nibunnoichi" cioè "Due parti in uno". Se si confrontano le serie successive si può notare una diversa realizzazione dei disegni, con un tratto più rapido e meno morbido mentre i personaggi hanno occhi più grandi ed espressivi. Molto belli gli sfondi che arricchiscono di colori le immagini.

La sigla italiana si basa sulla musica della prima sigla giapponese "Jajauma ni sasenaide" ed è un peccato che non compaiano anche le altre sigle (dovrebbero essere 5 in tutto) che accompagnano l’originale.

 

I PERSONAGGI

Ranma Saotome

Regno delle Anime

Il sedicenne figlio di Genma Saotome è un abile praticante di arti marziali. Ranma-kun (ragazzo) indossa sempre abiti cinesi mentre, una volta trasformato in ragazza (Ranma-chan) diventa molto graziosa, anche se un pochino più bassa e con dei curiosi capelli rossi. Alle volte sfrutta l’aspetto femminile per fare alcune cose che non si confarrebbero ad un uomo (come mangiare gelati).

È legato ad Akane da uno strano rapporto di amicizia e antipatia: i due si stimano profondamente e, giorno dopo giorno, imparano ad apprezzare i lati positivi dei loro caratteri. Tuttavia Ranma è assai imbarazzato dalle donne e per questo fugge continuamente da loro. Inoltre non riesce assolutamente ad essere gentile con Akane la quale è continuamente indispettita dal suo comportamento.

Durante lo svolgersi della storia Ranma si trova vicino più volte al rimedio dal malefico effetto delle sorgenti maledette per tornare così definitivamente un ragazzo normale. Ma sempre, in un modo o nell’altro, né lui né coloro che hanno condiviso tale sfortuna (Ryoga in testa) vi riesce.

Nelle ultime due puntate ritrova la madre ma non si rivela a lei perché ancora sotto l’effetto della maledizione: metà ragazzo e metà ragazza…

Genma Saotome

Regno delle Anime

Le sorgenti maledette lo hanno trasformato in un Panda gigante che, per potersi esprimere, utilizza alle volte divertenti cartelli di legno che spuntano da ogni parte. Peccato che nell’edizione italiana i sottotitoli compaiono solo nelle prime puntate: pare che ciò che sta scritto su di essi sia alle volte assai divertente…

In giovane età ha lasciato la moglie con la promessa che sarebbe tornato presto ma non prima di essere riuscito a far diventare Ranma un vero uomo. Sfortunatamente proprio le sorgenti maledette hanno cambiato la natura di Ranma e così, anche se nell’ultima puntata Genma ritrova la moglie, è costretto a celarsi a lei.

È assolutamente inaffidabile e pur di guadagnare un tozzo di pane è capace di fare qualunque tipo di promessa che, ovviamente, non manterrà mai. Purtroppo molte di queste promesse riguardano il futuro di Ranma; quest’ultimo si ritrova così a dover affrontare strane situazioni causate, a sua insaputa, dal padre.

Memorabili le partite a dama cinese con Soun nelle quali entrambi cercano di imbrogliare spostando i pezzi.

Soun Tendo

Regno delle Anime

Il padrone di casa è saggio e riflessivo ma la sua vita tranquilla è sconvolta dall’arrivo dei Saotome. Affezionato alle sue tre figlie, è un uomo distinto ed apprezzato dagli abitanti del quartiere. Eppure, se coinvolto in bizzarre situazioni, si comporta in modo goffo e grottesco.

Indossa sempre abiti tradizionali ed incarna uno spirito conservatore, soprattutto per quanto riguarda la questione del fidanzamento tra Ranma ed Akane.

 

Akane Tendo

Regno delle Anime

 

La sedicenne Akane viene subito scelta quale fidanzata di Ranma in quanto sua coetanea e unica tra le tre figlie di Soun ad impegnarsi nelle arti marziali, per poter prendere così in eredità la palestra Tendo.

Scontrosa, scorbutica ed orgogliosa, non sopporta la sufficienza con cui Ranma la tratta. Con il succedersi delle pretendenti femminili di Ranma, prima fra tutte Shampoo, diventa sempre più gelosa e rivendica il suo fidanzamento con Ranma.

 

Nabiki Tendo

Regno delle Anime

 

Abile e spregiudicata, fredda e calcolatrice, sfrutta ogni situazione per guadagnare qualche yen. Ha 17 anni ed è forse l’unico personaggio a non avere alcuna relazione sentimentale con altri.

 

Kasumi Tendo

Regno delle Anime

 

La più grande delle sorelle Tendo (19 anni) si occupa della casa e della cucina. Carattere compassato e riflessivo, fa sempre da paciere nelle situazioni più complicate.

Assomiglia molto a Kyoko, la protagonista di un altro manga della Takahashi.

Kuno "Aristocrat" Tatewaki

Regno delle Anime

L’istituto superiore Furinkan è la scuola frequentata da Ranma ed Akane. Tra gli alunni il ricco e spocchioso Kuno, detto " il Tuono Blu" per la particolare sua abilità con la spada. Naturalmente nulla può contro Ranma né contro Akane da cui rimedia solo sonore sconfitte.

Kuno è anche innamorato sia di Akane che di Ranma-chan (che chiama "la ragazza col codino" perché non sa chi sia veramente) ma da entrambe egli riceve solo rifiuti benché sia convinto che tutte le donne cadano ai suoi piedi.

Verso la fine della serie scoprirà che il nuovo preside dell’istituto Furinkan altri non è che il padre scomparso da molti anni. Questi è un personaggio bizzarro con la fissazione della disciplina e dei capelli corti. Ovviamente Ranma, con il suo codino, sarà il suo bersaglio preferito.

 

Kodachi Tatewaki

Regno delle Anime

 

La sorella di Kuno, abile ginnasta soprannominata "la Rosa Nera", frequenta l’istituto San Bacco.

Innamorata di Ranma-kun, è per questo avversaria sia di Akane che di Ranma-chan.

Ryoga

Regno delle Anime

Vecchia conoscenza di Ranma, è suo fiero avversario in quanto desideroso di giustizia dopo essere stato fatto cadere da Ranma in una sorgente maledetta. E così il povero Ryoga se bagnato con acqua fredda si trasforma in un piccolo porcellino nero.

Akane lo adotta subito e lo chiama "Pi-Chan": lo sfortunato Ryoga ha così l’opportunità di essere stretto tra le braccia dell’amata Akane, seppure solo con l’aspetto di un porcellino. Questa condizione tuttavia viene vissuta con vergogna da Ryoga che fa di tutto per non far sapere ad Akane la verità.

"P come porcellino", dice Akane; in realtà sembra che Pi-chan voglia dire "nerino", come il colore del porcellino.

Combatte spesso con Ranma, ma è regolarmente sconfitto. Porta un foulard giallo ed è riconoscibile per i suoi pronunciati canini superiori. Ha un pessimo senso dell’orientamento ed è capace di perdersi persino nell’ambito dello stesso quartiere.

Carattere tenace, vaga senza sosta alla ricerca di una vita migliore. Rappresenta lo sfortunato per eccellenza della serie.

Shampoo

Regno delle Anime

Poco dopo essere caduti nelle sorgenti maledette, Ranma e Genma, al solito affamati, passano per un curioso villaggio di sole donne proprio nel mezzo di un torneo di arti marziali e si mangiano il primo premio (un pasto completo!), vinto invece dalla graziosa Shampoo. La ragazza reclama giustizia e Ranma, in questo caso sotto l’aspetto femminile, la batte con facilità. Ma il codice d’onore del piccolo villaggio impone a Shampoo di impegnarsi ad uccidere Ranma-chan. Dopo qualche tempo Shampoo ricompare e vuole quindi uccidere Ranma-chan. Si scontra però anche con Ranma-kun e perde. In questo caso il codice d’onore impone a Shampoo di sposare Ranma!

Solo dopo qualche puntata scopre la vera identità di Ranma e decide così di stabilirsi in città assieme alla nonna Obaba con cui apre un piccolo ristorante di specialità cinesi in modo da poter rimanere vicino all’amato Ranma.

Anche lei è caduta nelle sorgenti maledette e si trasforma in una graziosa gattina. Tra l’altro Ranma ha una paurosa avversione per i felini e per questo fugge da Shampoo quando lei si trasforma.

 

Rin Rin e Ran Ran

Regno delle Anime

 

Le giovani cuginette di Shampoo hanno anche loro buoni motivi per combattere contro Ranma: costringerlo cioè a sposare Shampoo come da codice d’onore.

Tuttavia le malcapitate non sono all’altezza delle abilità combattive di Ranma e, aiutate da Obaba, si impegnano in improbabili tecniche antiche cinesi.

 

Mousse

Regno delle Anime

 

Sinceramente innamorato di Shampoo, ma da lei più volte respinto, è caduto anche lui nelle sorgenti maledette e si trasforma in un oca (infatti il nome originale, Moose, ricorda l’inglese "goose", cioè "oca"). La rivalità in amore con Ranma lo porta a scontrarsi con lui avendo però sempre la peggio.

Poiché è molto miope, confonde spesso le persone che ha di fronte. Nei combattimenti è molto abile nell’uso di coltelli ed oggetti metallici che tira fuori da sotto il suo mantello così come da sotto le sue ali (quando ha l’aspetto di oca).

Ukyo

Regno delle Anime

Nei primi anni del loro viaggio, Genma e Ranma incontrano Ukyo e suo padre proprietari di un chiosco ambulante di tradizionali frittelle giapponesi. Genma, affamato e squattrinato, si inventa così un’altra delle sue promesse: il chiosco in cambio di Ranma dato in sposo ad Ukyo! Ma ovviamente Genma fugge via senza portare con sé la piccola Ukyo.

Dopo molti anni Ukyo riesce a ritrovare Ranma ed inizialmente nutre nei suoi confronti solo rancore. Ma Ranma le spiega la vera situazione e riconquista l’amicizia di "Ucchan". Tuttavia Ukyo vuole di più: con Kodachi e Shampoo forma il gruppo delle ragazze il cui unico scopo è quello di fidanzarsi con Ranma, il tutto sotto gli occhi della gelosa Akane che non sopporta l’affronto.

Abilissima nel cucinare deliziose frittelle, apre un piccolo ristorante per poter così vivere vicino a Ranma. La sua paletta per frittelle, che porta sempre dietro la schiena, è la sua "arma" preferita.

Obaba

Regno delle Anime

 

L’ultracentenaria nonna di Shampoo è una profonda conoscitrice delle più antiche e misteriose tecniche cinesi di arti marziali. Spesso si scontra con Ranma per cercare di imporgli i suoi "doveri di futuro marito" ma i combattimenti finiscono di solito in parità.

È piuttosto bassa e gira con un bastone nodoso; i suoi piedi non si vedono praticamente mai!

Happosai

Regno delle Anime

 

L’antico maestro di arti marziali di Soun e Genma, è ora un fastidioso ed irritante vecchietto che, come un parassita, vive in casa Tendo. Soun e Genma cercano in tutti i modi di sbarazzarsene, ma vengono sempre sopraffatti dalle straordinarie capacità di Happosai.

Ha un grande punto debole: le donne, di cui ama collezionare la biancheria intima. Anche lui apprezza le qualità femminili di Ranma che, per questo, lo odia ancora di più.

Happosai è stato in gioventù fidanzato di Obaba, all’epoca una splendida ragazza.

Dr. Tofu

Personaggio secondario, appare soprattutto nelle prime puntate. Innamorato segretamente di Kasumi, cui non osa dichiararsi per timidezza, quando la incontra va completamente del pallone dando luogo a situazioni davvero esilaranti.

Guida Cinese

Regno delle Anime

 

La misteriosa guida delle sorgenti maledette rimane senza nome per tutta la serie. Descrive la storia di ciascuna delle sorgenti in cui i nostri eroi si trovano a cadere ed è vestito nella tradizionale casacca del partito comunista cinese.

       PISOLO